info@neurosystem.it          Lun e Gio: 8:00 - 20:00

I disturbi specifici dell’apprendimento (DSA)

Approfondiamo

I Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA) sono spesso causa delle principali difficoltà a livello scolastico dei bambini.

Le stime epidemiologiche suggeriscono che almeno due studenti con dislessia su tre non ricevono un’adeguata diagnosi durante il percorso scolastico. Le conseguenze negative del disturbo possono continuare anche in età adulta.

Cosa è necessario sapere sui DSA

I DSA sono disturbi che possono essere diagnosticati solamente in II-III elementare (per la matematica a fine III elementare) e prima di qualsiasi valutazione specifica dell’apprendimento è fondamentale somministrare al bambino un test cognitivo per escludere che vi sia una disabilità cognitiva.

I bambini che presentano difficoltà specifiche di apprendimento sono bambini intelligenti che necessitano solamente di alcune accortezze in più a scuola rispetto agli altri alunni.

Differenziazione e criticità

Analizzando più da vicino i DSA possiamo parlare di difficoltà specifiche riguardanti diversi domini dell’apprendimento scolastico: quando questa difficoltà riguarda la lettura si tratta di dislessia, ovvero il bambino presenta una lettura non fluente e imprecisa commettendo di conseguenza molti errori.

Se la problematica riguarda l’area della scrittura possiamo trovarci di fronte a due casi: la disortografia che si presenta come una mancata acquisizione delle regole grammaticali (es. doppie, “h”, apostrofo, accento) che non è imputabile a deficit motori o sensoriali. Mentre la disgrafia si caratterizza per una difficoltà del bambino nell’abilità grafo-motoria (es. non rispetterà la distanza fra le lettere, la grandezza delle lettere, lo spazio del foglio).

Qualora l’area di criticità riguardasse invece la matematica si parla di discalculia ovvero una difficoltà specifica per l’aritmetica in relazione alla capacità di calcolo.

Lascia un commento

Chiudi il menu