info@neurosystem.it          Lun - Sab: 9:00 - 20:00

Disturbi specifici dell’apprendimento (DSA): la diagnosi

L’importanza di una corretta diagnosi

Una corretta e precoce diagnosi del Disturbo Specifico dell’Apprendimento è un requisito indispensabile per una riabilitazione efficace da parte del clinico e soprattutto per la tempestiva gestione del bambino da parte della scuola.

È importante sostenere il bambino sia nelle acquisizioni scolastiche specifiche, ma anche progettare un lavoro psicologico per trasmettere sia al diretto interessato che al gruppo classe conoscenze esatte circa i DSA. Questo permetterà al bambino di vivere la scuola in modo sereno e producente senza farlo sentire un’etichetta diagnostica o ancora peggio senza innescare in lui un senso di diversità e di estraneità nei confronti dei pari.

Come riconoscere e diagnosticare un DSA

Lettura e scrittura:
Per quanto riguarda la diagnosi si utilizzano dei test specifici e standardizzati che permettono di individuare sia la presenza di questo disturbo evolutivo sia il grado di gravità. Per la lettura si utilizzano le prove di lettura di parole e non parole della “DDE-2 (Batteria per la valutazione della Dislessia e della Disortografia Evolutiva)”. Questo test si può utilizzare anche per la valutazione della scrittura a partire dalla II classe della scuola primaria alla III classe della scuola secondaria di I grado. Per la lettura del testo e la comprensione del testo si utilizzano le “Prove MT-3-Clinica” ad uso esclusivo degli operatori clinici che vanno dalla scuola primaria alla secondaria di I grado.

Disortografia:
Per la scrittura in termini di ortografia la prova che andremo a somministrare è la “Batteria per la valutazione della scrittura e della competenza ortografica nella scuola dell’obbligo” di Tressoldi e Cornoldi che va dalla I classe della scuola primaria alla III classe della scuola secondaria di I grado.

Disgrafia:
Per la valutazione della disgrafia si somministra la “BVSCO-2”.

Discalculia:
Infine per valutare la competenza di calcolo si somministra al bambino la “Batteria Discalculia Evolutiva (BDE).”

Lascia un commento

Chiudi il menu